Nonna ninfomane arrapata fa sesso a Grosseto senza impegni


RISPONDI ALL'ANNUNCIO

Mi chiamo Francesca sono di origini siciliane ma vivo a Grosseto ormai da sempre. Sono una nonnina a cui la vita ha dato tutto, ma non proprio tutto. Volevo qualcosa che comunque la mia vita ordinaria non mi ha dato appieno. Hai capito di cosa si tratta???

Volevo giocare a fare la dottoressa magari con un bel cazzo. Mio marito mi ha lasciata da tantissimo tempo e mi sono dedicata alla crescita dei miei figli fino a vedere diventare grandi anche i miei nipoti. Più passava il tempo è più capivo che la mia vita sessuale non dava più quelle belle soddisfazioni che un bel bastone può dare ad una donna.

Purtroppo non ho mai avuto la fortuna di aver il mio culetto rotto da qualche cazzo, magari anche di un bel ragazzo. Tanto non avendo nulla da pretendere non ne vedevo alcun problema. Allora mi sono iscritta in questo sito proprio per dare soddisfazioni alla mia voglia.

In fondo sono arrapata e voglio il cazzo senza impegni

Sin da quando mi sono iscritta ho ricevuto tantissime richieste ma al di là della voglia avevo comunque delle perplessità da superare. Comunque ne ho parlato con una mia amica, una vera amica, di quelle a cui confidi proprio tutto e lei mi ha spronata a provare, magari una volta sola.

Se mi fosse piaciuto avrei continuato, altrimenti avrei riposto ogni mia fantasia erotica. Più ci pensavo e più dovevo capire cosa fare. Un giorno mi sono presa di coraggio e ho deciso di rispondere ad un messaggio. Stranamente era di un ragazzo più giovane di me, forse dell’età di mio figlio. Mi sono quindi incuriosita, ma come, sono una nonnina, cosa vorrà mai da me?

Ho quindi risposto, ci siamo visti ad un bar per un caffe. Era un ragazzo gentile, alto muscoloso e sinceramente vedevo i suoi occhi sul mio corpo. La cosa mi ha fatto molto piacere e sinceramente mi sentivo tanto lusingata che arrapata. Alla mia età!!! Ho deciso quindi di dargli il mio numero e dopo qualche giorno mi ha chiamato e richiesto un nuovo appuntamento. Stavolta ho deciso di farlo salire a casa mia. In fondo sono una persona che non ha nulla da perdere.

Più si avvicinava il fatidico giorno che la voglia di curiosità si faceva più insistente. Finalmente, è arrivato il giorno tanto atteso. Gli apro la porta e lo faccio accomodare in salotto. Dopo qualche parola sono andata dritta al punto. Gli ho chiesto cosa volesse. E lui mi ha detto che voleva sfondarmi la mia fica di nonna. Ho ceduto. Da allora non passa giorno che il suo cazzo è dentro la mia fica!!!

Lascia un commento